#carta

Strada Donatella

Milano, classe 1958
«La più grande libertà nasce dal più grande rigore.»1Paul Valéry

MANIFESTO

I fogli di Donatella Strada sono opere da guardare e da ascoltare. Le sue composizioni nascono da uno studio rigoroso della superficie. Le tecniche grafiche – acquaforte, ceramolle, puntasecca, bulino e monotipo – le permettono di sviluppare un percorso di ricerca tra segni, geometrie e forme.

Collocare delle forme in un campo vuoto non è però un’operazione da poco. A seconda della posizione assegnata a un particolare elemento grafico, si può attribuire un significato differente all’immagine. All’interno di un quadrato ripetuto, Donatella Strada struttura il tema fondamentale della composizione: linee orizzontali, verticali e diagonali si incontrano stabilendo, tra loro, rapporti di forza. Come in una composizione musicale con variazioni dove, al tema iniziale, solitamente breve e di semplice stesura, seguono un certo numero di ripetizioni variate sulla melodia, sul ritmo, sull’armonia. Se proviamo a rappresentare graficamente il tema primario di un pensiero musicale, potremmo immaginarlo come una serie di semplici linee verticali inscritte in un quadrato che altro non è che il foglio della partitura.

Ad ogni battuta successiva il compositore – in questo caso l’artista – aggiunge un elemento che arricchisce la melodia. Si percepisce il suono proprio di quelle linee, tese ai lati di un quadrato che funge da cassa di risonanza per la rappresentazione: «Il quadrato – alto e largo quanto un uomo con le braccia aperte […] sta, nelle più antiche scritture e nelle incisioni rupestri dei primi uomini, a significare l’idea di recinto, di casa, di paese. Enigmatico nella sua semplicità, nella monotona ripetizione di quattro lati uguali, di quattro angoli uguali, genera tutta una serie di interessanti figure: un gruppo di rettangoli armonici, la sezione aurea e la spirale logaritmica che si ritrova in natura nella crescita organica di molte forme di vita […]».2Bruno Munari, Arte come mestiere, Edizioni Laterz, Roma-Bari 2018

Anche nelle carte dedicate a elementi vegetali o dove questi diventano strumento stesso per tracciare impronte sulla carta, il risultato finale è la ricerca di un reticolo razionale e geometrico che sembra sotteso a tutte le cose. In questo senso, nulla è fermo: tutto si muove e concorre alla creazione dell’immagine, che si forma e si disfa proprio come avviene, lentissimamente, anche nella natura.

PERCORSO

L’incisione rappresenta il fil rouge che ci guida alla scoperta del percorso artistico di Donatella Strada. Conclusa la maturità linguistica (1977), si avvicina per passione al mondo dell’arte e lo fa scegliendo una via non semplice e scontata.

All’inizio degli anni Ottanta frequenta, infatti, i corsi di incisione – disciplina complessa e non immediata – della Scuola Superiore d’Arte Applicata all’Industria organizzati presso il Castello Sforzesco di Milano, sotto la guida dei maestri Luigi Timoncini, Roberto Rampinelli e Liberio Reggiani. Da questo momento frequenta laboratori per approfondire le diverse tecniche grafiche (Accademia delle Belle Arti di Urbino con il maestro Carlo Ceci; Scuola professionale Arti e Mestieri di Bovisio Masciago – Monza Brianza; Scuola di Disegno di Cabiate – Como).

Negli anni Novanta, quando sceglie Verbania come luogo di lavoro e di vita, partecipa alle attività artistiche de Il Brunitoio – Officina di Incisione e Stampa in Ghiffa dove ha la possibilità di seguire numerosi corsi di specializzazione con Ubaldo Rodari, Fulvio Tomasi, Marco Bertino, Bruno Missieri, Hector Saunier dell’Atelier 17 di Parigi.

Come la “forma” della composizione – per usare le parole di Paul Klee – “non è mai e poi mai da considerarsi risultato e conclusione”, così anche il desiderio di conoscenza per Donatella è “genesi, divenire, essenza”. Il bulino è l’ultima tecnica a cui si avvicina nel 2019, sotto la guida del maestro Koichi Yamamoto, professore associato presso l’Università del Tennesee – Knoxville (USA) (Associazione Opificio della Rosa, Laboratorio del Castello di Montefiore di Conca – Rimini).

Opere


Opere su commisione

Scrivi alla mail info@alminuto.it: ti metteremo in contattato con Strada Donatella per realizzare il tuo sogno!