#carta#tela

Schulz-Kirchner Martin

Germania-Italia, 1955-2017
«L’errore ha creato l’uomo dagli animali; la verità sarebbe capace di rifare un animale dall’uomo?»1Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878-1879.

MANIFESTO

La rappresentazione del mondo animale è stata da sempre tema di grande interesse per l’uomo e per gli artisti.  Studiati per le loro caratteristiche naturalistiche e scientifiche, a partire dal Quattrocento sono diventati protagonisti di prodigiosi disegni, precursori dell’illustrazione zoologica moderna.

Ben presto, all’aspetto documentaristico, si associò la tendenza a una raffigurazione allegorica che esprimesse passioni e lotte, parimenti a ciò che poteva accadere al mondo degli uomini.

In questa dualità uomo-animale si inseriscono le opere dell’artista tedesco Martin Schulz-Kirchner. Egli stesso affermava: «Gli animali non sono le persone migliori. Ma l’umanità si riflette in loro, nelle loro perversità, nelle loro varietà di odio, di brame, di vendetta»2Gerd Held/ Patrizia Arnold, Martin Schulz-Kirchner-opere 1996-1997, Catalogo della mostra, Studio d’Arte Lanza, 1997, p. 15.

L’osservazione di questi dipinti ad acquarello e inchiostro di china, comunica un sentimento vago, che non trova una spiegazione immediata. Le figure concrete degli animali sembrano trasformate in forme-macchie di colore. Il pittore le rende elementi dinamici che non si fermano, ma scorrono fuori dal quadro. La forma-animale scola e sembra sciogliersi come a perdersi definitivamente. “]«Gli animali di Martin Shulz-Kirchner scorrono fuori dal quadro come la vita scorre fuori dal mondo»3Ibidem, pp. 9-15.

È un bestiario inquietante che sembra ricordarci quanto nel mondo, a causa dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici, spariscano irreversibilmente molte specie: “]«il cattivo presagio ci avverte. L’uomo non è stato il primo vivente sul pianeta, ma potrebbe essere l’ultimo, quello che distrugge gli altri e sé stesso»4Ibidem, p. 15.

PERCORSO

Martin Schulz-Kirchner, pittore tedesco, ha abitato per oltre vent’anni sul Lago Maggiore, in una casetta nel centro storico di Cannero Riviera che aveva adibito anche a studio.

Nel 2022 abbiamo acquisito parte delle opere che erano state donate dall’artista, con mandato testamentario, alla Galleria Lanza.

Tutte le opere sono contrassegnate da un timbro di autenticità.

Opere


Opere su commisione

Scrivi alla mail info@alminuto.it: ti metteremo in contattato con Schulz-Kirchner Martin per realizzare il tuo sogno!