#tela#terracotta

Benet Marta

1989 Valencia
Cerco d’immortalare il gesto delle mani esplorando i limiti fra diverse discipline. Faccio uso dell’artigianato per mettere in evidenza impronte, segni e l’irregolarità dei materiali naturali.

MANIFESTO

Marta Benet osserva con attenzione i dettagli della realtà che la circonda. È affascinata dalle textures che si trovano in natura o dalle impronte lasciate sugli oggetti realizzati dall’esperienza artigiana. Una delle cose che più le interessa dell’artigianato è il fatto di lasciare parte di sé in quello che si realizza. Il gesto che porta alla creazione dell’oggetto è immortalato, rimane lì per sempre come estensione del proprio io. Nella ricerca di Benet i piccoli “difetti” della materia non sono nascosti, ma vengono esaltati come caratteristiche uniche e peculiari dell’oggetto.

Le opere realizzate per Al Minuto’ sono parte di una collezione intitolata Tocat, che in spagnolo significa “tocco” (ceramiche incise, tele ricamate, pannelli ceramici) e vasi-sculture dal nome Gelosie.

Tocat

Le forme delle ceramiche incise sono ispirate ai pezzi di stoviglie che compaiono frequentemente nei bodegones, termine che in ambito spagnolo designa, a partire dal XVII secolo, le nature morte. Questa collezione ha a che fare con l’atto di servire, offrire, esporre, presentare, dare o regalare.

Nelle tele ricamate i disegni sono concepiti come un riferimento alle incisioni realizzate sulle ceramiche di questa collezione. In questo caso, il tessuto di seta è lavorato come una tela sulla quale viene ricamata la composizione. La tecnica utilizzata è la stessa con cui si decora un indumento tradizionale spagnolo, il Mantón di Manila (lo scialle di Manila) in modo che il disegno sia visibile su entrambi i lati del tessuto.

I pannelli ceramici sono un tipo decorazione muraria tradizionale – molto frequente in Spagna – sia all’interno che all’esterno delle case. Vengono realizzati con piastrelle di ceramica smaltata e inseriti all’interno di nicchie come elementi religiosi o come rappresentazione di scene di vita quotidiana. Marta Benet traduce in chiave contemporanea elementi della trazione, realizzando piastrelle incise di formato irregolare creando composizioni intrecciate e astratte.

Gelosia

Come in italiano, anche in lingua valenciana il termine “gelosia” si usa per riferirsi all’elemento architettonico decorativo la cui funzione è quella di filtrare la luce, l’aria e le visuali. In questa serie, un elemento singolo -la piastrella- si sovrappone per creare piccole strutture stabili. A seconda del modo in cui queste piastrelle si appoggiano, si creano sculture più o meno aperte che generano effetti di luce diversi. Questi vasi-scultura sono realizzati in terracotta chamotte, tecnica che conferisce all’opera un aspetto molto materico.  Ogni piccola scultura contiene all’interno uno spazio vuoto, una specie di patio, che permette di introdurre elementi come fiori o piante secche.

 

PERCORSO

Marta Benet è artigiana, designer ed architetta spagnola che ha scelto l’Italia come luogo di vita e di lavoro.

Laureata in Architettura all’Università Politecnica di Valencia e specializzata in Fashion Design, nel 2013 apre il suo proprio atelier di moda per la realizzazione di capi su misura. Nel 2014 riceve il premio per “miglior giovane stilista della Comunidad Valenciana: collezione più innovativa”. Negli anni successi approfondisce diverse tecniche e discipline con particolare interesse per il mondo ceramico che diventerà il suo campo d’indagine privilegiato dopo il trasferimento a Milano.

Nel 2019 apre il laboratorio nel piccolo comune mantovano di Asola, dove realizza a mano opere e oggetti che spaziano dal design all’artigianato. Il suo lavoro, influenzato della tradizione e della cultura mediterranea della sua città natale -Valencia-, si sviluppa attorno alla ceramica e al tessile. Ogni creazione è frutto della sperimentazione con i materiali naturali, dell’attenzione ai dettagli e delle tecniche di lavoro artigianale.

Il suo lavoro e la sua ricerca sono stati riconosciuti in diverse occasioni e dal 2021 fa parte della “Homo Faber Guide” – la Guida Michelin dell’artigianato. Il mio lavoro è stato esposto in eventi come la Milano Design Week e in gallerie specializzate come la ESH Gallery di Milano. Nel 2021 è stata invitata a sporre il suo lavoro durante la Mostra ‘Artigianato e palazzo’ nel Palazzo Corsini a Firenze.

Opere


Opere su commisione

Scrivi alla mail info@alminuto.it: ti metteremo in contattato con Benet Marta per realizzare il tuo sogno!