Filtri

Autore

Tipologia

Materiale

Tema

Range di prezzo

Colore

Dimensione

Reimposta filtri
#carta

Amodeo Cristina

Milano, classe 1986
«Il colore soprattutto, forse ancor più del disegno, è una liberazione» 1Henri Matisse, Note di un pittore, 1908, p. 100.

MANIFESTO

Il colore è alla base di ogni nostra esperienza. Non potremmo immaginare un mondo senza colori poiché sarebbe un mondo senza vita. Come scrisse Johannes Itten, i colori «sono idee primordiali, generate dall’incolore luce originaria e dal suo contrario, l’oscurità senza tinta. […] I colori sono creature della luce e la luce è la madre dei colori. La luce, il fenomeno primo dell’universo, ci rivela nei colori lo spirito e l’anima vitale del nostro mondo»2Johannes Itten, Arte del colore, Il Saggiatore, Milano 2002, p. 12.

Nell’ambito dalla pittura, dall’antichità ai giorni nostri, il colore ha avuto un ruolo fondamentale e di intenso contenuto simbolico. È stato studiato dal punto di vista fisico, chimico, fisiologico e psicologico, ma nessuna disciplina quanto quella artistica ha saputo offrire una conoscenza così globale sui fenomeni ottici, psichici, intellettuali e culturali che coinvolgono l’apparato visivo e il nostro modo di percepire il mondo. Siamo abituati a parlare di colore come a un elemento aggiunto al disegno e alla forma, come suo completamento. E se guardassimo al colore come principale medium espressivo? La composizione in questo senso dovrebbe avere inizio da “macchie” di colore e solo in un secondo tempo si potrebbe parlare di linee. La ricerca artistica di Cristina Amodeo segue proprio quest’ultima direzione. Chi traccia prima il disegno e poi aggiunge il colore, non potrà mai ottenere un effetto cromatico sicuro e deciso. Nelle sue carte i colori hanno proprie dimensioni, luminosità e danno alle superfici valori del tutto diversi da quelli lineari: «il colore è protagonista, sia che esso racchiuda il soggetto in ampi forme morbide e decise, sia che, attraverso il sovrapporsi e l’accostarsi di piccoli ritagli, dia forma all’immagine ricamandola sulla carta». La fascinazione per questo materiale è da rintracciare proprio nella sua composizione in termini di grammatura e superficie, in quanto sappiamo quanto queste due componenti possano influire sul modo di percepire il valore cromatico e tonale del soggetto raffigurato. Attraverso la tecnica del collage Cristina Amodeo utilizza le carte come tavolozze di colori. Attraverso accostamenti e sovrapposizioni prendono vita i soggetti ispirati al mondo animale, vegetale e del design.

PERCORSO

Di origini verbanesi, Cristina Amodeo vive e lavora a Milano come illustratrice e grafica, ma soprattutto come attenta scrutatrice e osservatrice. Nella sua casa-studio sembra di entrare in una grande enciclopedia disegnata delle meraviglie, dove sono raccolti oggetti, fotografie e libri da luoghi inconsueti del mondo. Appassionata di botanica e affascinata dal mondo animale, le sue illustrazioni riflettono questi interessi nei soggetti naturalistici e nelle composizioni. Dopo gli studi presso l’Istituto Europeo del Design segue diversi corsi di illustrazione e di lavorazione della ceramica -altra espressione della sua ricerca- ed espone in numerose mostre personali e collettive. Fiori all’occhiello della sua produzione sono le illustrazioni realizzate per pubblicazioni editoriali. Tra le quali “Il giardino di Matisse”, un libro per bambini uscito in occasione della mostra “Henri Matisse: The Cut-Outs” al MoMA di New York (2014) e “Ribes e Rose” dato alle stampe dalla casa editrice indipendente Marinonibooks (2020) che esplora le sensazioni, gli odori, i sapori e i colori di un piccolo borgo affacciato sul Lag d’Orta. Di quest’ultimo lavoro Al Minuto’ presenta le tavole originali insieme ai fogli facenti parte della serie “Osservazioni di una superficie”.

Opere

Filtri

Opere su commisione

Scrivi alla mail info@alminuto.it: ti metteremo in contattato con Amodeo Cristina per realizzare il tuo sogno!

Filtri

Autore

Tipologia

Materiale

Tema

Range di prezzo

Colore

Dimensione

Reimposta filtri